Una piccola guida per visitare la Cracovia

Pubblicato il

La capitale medievale della Polonia è riuscita a sopravvivere miracolosamente a guerre e regimi oppressivi, al punto da diventare uno dei tesori culturali d’Europa. È un piacere visitare la città a piedi, dalla sua Città Vecchia medievale alle dozzine di bar e ristoranti. Se volete risparmiare sul vostro viaggio, approfittate di questi favolosi sconti Volagratis!

COSA VEDERE?

La più grande piazza medievale in Europa, Rynek Glówny, è il pezzo forte della Città Vecchia. Gran parte degli edifici sono in stile neoclassico e dominano la piazza, come le arcate del Cloth Hall e la Mariacka Basilica – un tumulto di colori al suo interno.

La cima del Wawel è stato il trono dei re polacchi per oltre 500 anni. Avrete bisogno di almeno 4 ore per apprezzare gli interni raffinati e gli oggetti preziosi all’interno del castello rinascimentale e della cattedrale gotica.

Kazimierz era il centro della comunità ebrea della Cracovia, prima che il 90% della comunità venisse ucciso durante la seconda guerra mondiale. Il museo Galicia e la Vecchia Sinagoga ne commemorano il passato.

Il Colleguim Maius del 15esimo secolo è l’edificio universitario più antico della Polonia. L’elegante cortile, decorato da bellissime arcate, si può visitare gratis, mentre i tours rivelano gli artefatti più affascinanti, come il globo più antico al mondo.

Il World Heritage ha tra le meraviglie anche il Wieliczka Salt Mine, a nove miglia dalla città, che ha operato per oltre 700 anni. Il misterioso mondo di fosse e tunnel scavati nel sale contengono una cappella decorata con candelabri di sale e pale d’altare.

DOVE MANGIARE/BERE?

Il flemmatico Singer Café è un luogo atmosferico, pieno di oggetti d’epoca, dove gli avventori sorseggiano il cappuccino durante il giorno. Durante la notte, alzano il volume della musica e ferve di attività fino all’alba. Il nome si riferisce alle celebri macchine da cucito che venivano fabbricate lì.

Molti ristoranti a Kazimierz offrono piatti ispirati alla cultura ebraica, come il czulent (stufato di fagioli), ravioli di knyshe e collo d’oca farcito – il migliore è il Dawno Tema na Kazimierzu.

Provate i ravioli polacchi, il lombo di maiale in salsa di peperoni verdi, e le opzioni vegetariane come i pancakes da Nostalgia, una raffinata verisione del piatto tradizionale polacco. Il camino e le travi di legno lo rendono comodo e accogliente durante l’inverno, e perfetto per sedersi all’aperto durante l’estate.

Crediamo che il più raffinato ristorante della Cracovia sia il Wentzl, aperto nel 1792. Sopra alla piazza del mercato principale, i suoi piatti più sublimi includono la zuppa di gambero con ravioli di trota.

DOVE DORMIRE?

L’elegante Klezmer-Hois è stato restaurato al suo stile ebraico pre-guerra, e ha dieci stanze, tutte decorate in modo diverso, nonostante le stanze meno costose non abbiano bagni privati. C’è un buon ristorante ebraico in zona, oltre a una galleria d’arte e a musica live ogni sera.

L’Hotel Pod Wawelem, ai piedi del Wawel e in riva al fiume, è appena stato ristrutturato. Le 48 stanze sono abbondantemente proporzionate e hanno un’ottima vista sul fiume o sul castello (li puoi vedere entrambi dal tetto del café).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *